La mia morale? Quella di Alfieri: “Discuto solo con coloro che sono d’accordo con me”


Qualche giorno fa ho condiviso un articolo altrui da “Huffington Post”, che mostrava la vicinanza, per non dire l’identità tra il “salvataggio” delle banche effettuato dai governi PD-FI e quello recente di Carige da parte di questo governo. Il mio commento è stato semplicemente “Il governo del cambiamento. No comment…”.
Ciò ha dato la stura a decine di intrusioni su questa bacheca, non poche delle quali ingiuriose, da parte di “amici” di FB. Altri “amici” hanno ornato di like questi commenti ingiuriosi. La cosa è stupefacente. Ho rimosso dai contatti costoro. E ho bandito del tutto i più pesanti.
La qualità delle reazioni, perlopiù sgrammaticate e violente, mostra una contiguità impressionante tra M5S e Lega, almeno a livello di “seguaci”. Uno degli ultimi commenti è stato firmato da un tizio che, schierandosi qui per Di Maio e la sua mossa pro-Carige, inneggia a Salvini sul proprio profilo, tanto per dire…
In sintesi, non ho tempo né voglia di dibattere con chi sostiene anche in modo parziale, questo governo. E li invito a stare alla larga da questa bacheca. O se preferiscono a rinunciare alla “amicizia” col sottoscritto. Del resto non ho MAI chiesto l’amicizia a nessuno dei miei 4232 (ad oggi) contatti.
Questo governo mi fa schifo, nelle persone, nelle politiche, nella “moralità”. Aggiungo che è importante anche la forma: Salvini – cito il vero capo del governo – va combattuto anche nella sua esteriorità, quando si traveste, illegittimamente, da poliziotto o da vigile del fuoco, o quando ci racconta in diretta ciò che mangia o i farmaci che ingurgita: è un ministro della Repubblica, non un cittadino qualsiasi; per non parlare delle sue parole in libertà, da incontinente incompetente, che confermano la sua assoluta inadeguatezza a rivestire quel ruolo: si pensi solo a “la pacchia è finita”, divenuto oggi slogan di tutta la canaglia d’Italia. E mi prendo la libertà di combatterlo, con i miei mezzi, senza per questo dover essere etichettato come nostalgico del PD, un partito contro il quale ho scritto e comiziato per anni. Il fatto di provare ribrezzo per Salvini-Di Maio-Conte, non cancella lo schifo che provavo per Renzi e il suo “giglio magico” e che ho espresso mille volte in ogni forma.
Chi legge, la smetta, se la pensa diversamente, di dare noia sulla mia bacheca. E non mi secchi con la democrazia del confronto. La mia morale è quella di Vittorio Alfieri: “Discuto solo con coloro che sono d’accordo con me”.

Nato come post su Facebook (“Per fatto personale..:”), il 14 gennaio 2019, è diventato subito un articolo su “AlgaNews”, nella stessa data: il titolo è della Redazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...